Il Centro Cicogna all’incontro annuale RSA 2019 di Toronto

Il Centro Cicogna sarà presente all’incontro annuale della Renaissance Society of America che quest’anno si terrà a Toronto, Canada dal 17 al 19 marzo presso lo Sheraton Center

In particolare il Centro, coordinato dal professor Matteo Soranzo dell’università McGill, organizza una serie di tre panel

1.

The Serenissima and the Italian Wars: Culture, Society and the Arts

Domenica 17 marzo 2019, ore 9 – 10.30; Sheraton Centre Toronto, Chestnut West – Mezzanine

Chairs: Matteo Soranzo, McGill University, Montréal, QC, Canada e Giorgio Tagliaferro, University of Warwick, Coventry, UK

Forecasting Venice in 1494: Printers, Astrologers, and the Great Conjunction
Matteo Soranzo, McGill University, Canada

The Palm Sunday Procession in Venice, 1495
Matteo Casini, Suffolk University, Boston, MA

Venetia Rifigurata: The Female Political Icon during the War of the League of Cambrai
Chriscinda. C. Henry McGill University

2.

The Saint, the Witch: Women, Myth, and Devotion in Gianfrancesco Pico della Mirandola

Domenica 17 marzo 2019, ore 16 – 17.30; Sheraton Centre Toronto, Yorkville West – 4th

Chairs: Matteo Soranzo, McGill University, Montréal, QC, Canada; Marco Piana, McGill University, Montreal, QC, Canada e Gabriella Bruna Zarri, Università degli Studi di Firenze

Celestial Light and Idalean Flames: Marian and Venusian Dualities in  Gianfrancesco Pico’s Poetry
Marco Piana, McGill University, Montreal, QC, Canada

Natural, Supernatural and Imaginary in Pico’s Feminine Ideal
Lucia Pappalardo, Università degli Studi di Salerno, Fisciano, Italy

From Goddess to Crone: The Witch in Gianfrancesco Pico della Mirandola’s Strix
Walter Stephens, Johns Hopkins University, Baltimore, MD

3.a

Hermeneutics of Sources in Renaissance Antiquarianism (I)

Lunedí 18 marzo 2019, ore 9:00 – 10:30; Sheraton Centre Toronto, Yorkville West – 4th

Chair: John Considine, University of Alberta

Post-antique Sources for the Ancient World
William Stenhouse, Yeshiva University

New Archaeological Finds in France, and their (mis)interpretation
Richard Cooper, Oxford University

Peiresc and Antiquarian Research: Some Implications
Peter Miller, Bard Graduate Center

 

3.b

Hermeneutics of Sources in Renaissance Antiquarianism (II)

Lunedí 18 marzo 2019, ore 11:00 – 12:30; Sheraton Centre Toronto, Yorkville West – 4th

Chair: Sara Olivia Miglietti, The Warburg Institute

Lexicography as Antiquarianism: Guarino and His Followers
W. Scott Blanchard, Misericordia University

Miscellaneity and the Antiquarian: Organization and Order in William Camden’s Manuscripts
Angus Vine, University of Stirling

Natural Philosophy between Ancient Sources and Empirical Investigation: Collectionism from Conrad Gessner to Daniel Sennert
Anja-Silvia Goeing, Harvard University – University of Zurich

 

III.c

Hermeneutics of Sources in Renaissance Antiquarianism (III)

Lunedí 18 marzo 2019, ore 14:00 – 15:30; Sheraton Centre Toronto, Yorkville West – 4th

Chair: Arne Flaten, Ball State University

The Origin and Development of Autopsia among Sixteenth Century Antiquarians
John Cunnally, Iowa State University

Antiquarianism and Engineering in Pirro Ligorio’s Project for the Cavallerie Ferraresi (Isola Beata 1569)
Ginette Vagenheim, University of Rouen

Ancient Artifacts as Historical Sources: The Case of the Accademia de l’architettura (1535–55)
Bernd U. Kulawik, SIK-ISEA Swiss Institute for Art Research

 

Qui trovate il programma completo da scaricare

Nuovo titolo: Tractatus de ludo scachorum di Paolino da Venezia

BAV

Il Centro Cicogna è lieto di presentare il Tractatus de ludo scachorum di Paolino da Venezia nell’edizione curata e tradotta da Roberto Pesce.

Il volume è già disponibile per l’acquisto nella pagina seguente [https://www.centrocicogna.it/testi/]

Ringraziamo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il supporto, la tipografia Arcari per l’ottimo servizio e tutti i collaboratori del Centro che hanno partecipato alle varie fasi di produzione.

Il gioco degli scacchi ha avuto ampia fortuna nel Medioevo, dove entra a far parte della vita quotidiana della società cortese e urbana e trova spazio nella letteratura mediolatina e romanza, diventando una parte importante dell’educazione cavalleresca come momento di svago e riflessione all’interno della corte. Composto nella prima metà del XIV secolo, il Tractatus de ludo scachorum di Paolino da Venezia descrive in otto capitoli l’origine, le diverse fasi e il significato simbolico degli scacchi, offrendo al lettore consigli politici e militari ricavati dalle strategie del gioco. L’opera, scritta per formare e ammaestrare principi e governanti, narra la storia di un sovrano che, attraverso la conoscenza degli scacchi, smette di essere un tiranno e diventa un monarca benevolo e amato dal popolo. I pezzi giungono a rappresentare diverse classi sociali, con propri vizi e virtù, e i loro movimenti sulla scacchiera evidenziano sia le qualità morali delle singole figure, sia la loro funzione all’interno della società.

Dialogo — Studi in memoria di Angela Caracciolo Aricò [Notizia pubblicazione]

IMdGSiamo lieti di annunciare che il volume ‘Dialogo — Studi in memoria di Angela Caracciolo Aricò’ verrà pubblicato nella seconda metà di maggio 2017 e conterrà i seguenti interventi:

  • Gian Carlo Alessio, Un nuovo visitatore della biblioteca di Marin Sanudo
  • Daniela Ambrosini, Il caso delle «Macchine dette Cammelli» tra le Memorie di Giovanni Poleni
  • Santiago Arroyo, Lodovico Dolce entre Tiziano y Felipe II. El Venus y Adonis del Prado
  • Giampiero Bellingeri, Dalle acque increspate tra Bosforo e Laguna. Versi e brani turchi su Costantinopoli e Istanbul
  • Gino Benzoni, Venezia 1602: la quiete prima della tempesta
  • Carlo Campana, 4 novembre 1966: l’aqua granda, Venezia, la Marciana
  • Antonio Carile, Il sogno di Nabucodonosor e l’avvicendamento degli imperi nella storia della salvezza
  • Linda Carroll, Ruzante’s (and Palladio’s) Women
  • Ilaria Crotti, Parise critico d’arte: il ritratto d’artista come autoritratto
  • Marc Deramaix, L’Arcadia di Sannazaro o l’accademia pontaniana sub specie bucolica
  • Irene Favaretto, Leoni, cavalli, draghi e grifoni, aquile, cervi e cinghiali: uno zoo di marmo e bronzo nell’area marciana
  • Patricia Fortini Brown, «Under our Dominion and Faith»: Marin Sanudo, Istria, and Venice’s Classical Past
  • Antonio Foscari, Una facciata di Andrea Palladio “che sarebbe stata degna di dominare il Canal Grande”
  • Chiara Frison, Da Padova a Venezia. L’ultimo catalogo dei manoscritti della biblioteca di S. Giovanni in Verdara
  • Michael Knapton, Military Security and Defence Organization in the Padovano in the Decades Before Agnadello: Enriching Sanudo’s Account
  • Giovanna Nepi Scirè, Postilla su Leonardo e le teste grottesche
  • Roberto Pesce, «…la benedirò e diventerà nazioni» (Gn 17, 16): la figura di Sara e le origini di Venezia in un testo in franco-veneto del XIII secolo
  • Paolo Procaccioli, Pasquino e Pietro Aretino nel Sanuto cronista e copista
  • Ricciarda Ricorda, Gabriele d’Annunzio e Angelo Conti alla Ca’ d’Oro di Giorgio Franchetti
  • Laura Sanguineti White, Prospettive trecentesche su Venezia
  • Matteo Soranzo, Astrologia ed alchimia in un codice “ritrovato” di G.A. Augurelli: il MS. Mellon 22 della Beinecke Library di Yale University
  • Francesco Tateo, Frammenti di riflessioni storiografiche (traduzioni da Giorgio di Trebisonda, Pontano teorico e lirico)
  • Paola Tomè, ‘Turning points’ nella storia della lessicografia umanistica greco-latina
  • Stefano Trovato, Topi e topoi de Bibliotheca a Venezia. Note su letture permesse e letture ostacolate, tra uso e abusi
  • Alessandro Vettori, I salmi nella Commedia di Dante, ovvero la poetica dell’ascesa nel Purgatorio
  • Gianni Villani, «Sub falso officinae titulo» ovvero intrichi editoriali tra Venezia e Napoli, a proposito di Sannazaro e Pontano
Il volume sarà pubblicato in tiratura limitata: è possibile assicurarsene già da ora una copia in prevendita


Conferenza annuale RSA 2017

Quest’anno il Centro Cicogna sarà presente con tre panel alla conferenza annuale dell’RSA (Renaissance Society of America), che si svolgerà a Chicago dal 30 aprile al 1 marzo


Philosophy in the Renaissance: Comparative Perspectives
Fri, March 31, 1:30 to 3:00pm, The Palmer House Hilton, Seventh Floor, Clark 9

Relatori: Matteo Soranzo (McGill University), Christopher Celenza (Johns Hopkins Univesrity), Vasileios Syros (University of Pennsylvania), Francesco Borghesi (University of Sydney)


Gianfrancesco Pico della Mirandola: New Approaches I
Sat, April 1, 8:30 to 10:00am, The Palmer House Hilton, Seventh Floor, Clark 1

Relatori: Matteo Soranzo (McGill University), Francesco Borghesi (University of Sydney), Walter Stephens (Johns Hopkins University), Matteo Piana (McGill University)


Gianfrancesco Pico della Mirandola: New Approaches II
Sat, April 1, 10:30am to 12:00pm, The Palmer House Hilton, Seventh Floor, Clark 1

Relatori: Matteo Soranzo (McGill University), Matteo Piana (McGill University), Sergio di Benedetto (Università di Lugano), Carla de Bellis (Università ‘la Sapienza’, Roma)

Neolatin and its Uses

Il Centro Cicogna segnala la serie di seminari dal titolo Neolatin and its Uses Interdisciplinary Neolatin Seminars, Michaelmas Term 2016, organizzati presso il Corpus Christi College di Oxford dai Professori Stephen Harrison (letteratura latina, Fac. of Classics) e Paola Tomè (Marie Curie Fellow, Fac. of Med. and Mod. Lang.).

I seminari avranno luogo presso la Fraenkel Room del citato istituto nelle giornate del 13 e 20 ottobre, del 3, 10, 17 e 24 novembre nonché del 1 dicembre 2016 dalle ore 13 alle ore 14.15.

Il programma è il seguente:

OTTOBRE
13  Michael MALON LEE (Oxford): Ambrogio Traversari and networking among humanists in the 15th century
20  Stephen HARRISON (Oxford): Vergilian Divine Machinery in Thomas Campion’s De Pulverea Coniuratione /  Paola TOME’ (Oxford): Greek Studies in XVth Century Europe: webpage presentation

NOVEMBRE
Marta CELATI (Oxford): Humanist epic between classical legacy and contemporary history: Orazio Romano’s Porcaria (1453) / Paul BOTLEY (Warwick): The Letters of Isaac Casaubon (1559-1614)
10  Giacomo COMIATI (Berlin): Latin Poems in the Italian Renaissance: Marcantonio Flaminio’s Carmina between Horace, Catullus, and Petrarch / Paola D’ANDREA: Reading Sannazzaro’s Poems
17  Caroline PETIT (Warwick): Reading medical texts: Symphorien Champier and Galen / Sheldon BRAMMALL (Oxford): Joachim Périon, Laurence Humphrey, and the Ciceronian Controversy in Translation Theory
24  Oren MARGOLIS (Oxford): Leonardo Bruni and the pontifex maximus /  Bobby XINYE (Warwick): The Politics of Time: Renaissance Poetic Calendars

DICEMBRE
1 Cressida RYAN (Oxford): Camerarius and Sophocles / David LINES (Warwick): Defining Philosophy in Fifteenth-Century Italy: The Case of Donato Acciaiuoli

Maggiori informazioni sulla pagina dell’evento, qui.

 

Sixteenth Century Society & Conference

Proseguendo nel proprio programma estivo, il Centro Cicogna annuncia la propria partecipazione alla Conferenza annuale della SCSC (Sixteenth Century Society & Conference) che si terrà a Bruges dal 18 al 20 agosto 2016.

Il Centro sarà presente nel panel “The Holy Republic of Venice” organizzato dalle Prof.sse Allison Sherman (Queen’s University) ed Eveline Baseggio Omiccioli (State University of New York, FIT) e moderato dalla Prof.ssa Patricia Fortini Brown (Princeton University, emerita).

In rappresentanza del Centro sarà la Prof.ssa Chiara Frison con il lavoro La nobil [et sancta] cità de Venetia” in Giorgio Dolfin’s Chronicle”, mentre gli altri interventi saranno di Giada Damen (The Morgan Library & Museum) “Relics of the Antique Gods in Sixteenth Century Venice” e Janna Israel  (Virginia Commonwealth University) “Renewing the Santa Republica: The Translation of St. Athanasius to Venice”.

Di seguito la pagina web dell’evento e l’abstract del panel.

 

 

23rd International Congress of Byzantine Studies

view_01_9GR-1204-4-3-A1-11-B[1]

Il Centro Cicogna è lieto di annunciare la propria partecipazione al 23° Congresso Internazionale di Studi Bizantini, che si terrà a Belgrado dal 22 al 27 agosto 2016.

Il Centro parteciperà alla sessione di Storiografia Veneziana moderata dai Professori Andrea Nanetti e Șerban V. Marin, venendo rappresentato dal Professor Roberto Pesce con una trattazione sui miti fondativi di Venezia e le loro analogie bibliche e dalla Prof.ssa Chiara Frison con un’analisi della caduta di Costantinopoli nella Cronicha di Giorgio Dolfin.

Per maggiori informazioni rimandiamo al sito dell’evento e al programma della sessione

Making and rethinking Renaissance Between Greek and Latin in 15th-16th c. Europe

MAKING AND RETHINKING RENAISSANCE BETWEEN GREEK AND LATIN IN 15TH-16TH EUROPE

Auditorium of Corpus Christi College, Merton Street, Oxford

14-15 JUNE 2016 from 10.00 to 18.30

Presente la Prof. Paola Tomè che interverrà su Aldo Manuzio and the learning of Greek

di seguito il programma:

Vedi il programma in PDF

RSA 2016 Boston

Il Centro di Studi Medievali e Rinascimentali “E. A. Cicogna” è lieto di annunciare la propria partecipazione al convegno della Renaissance Society of America, che si terrà a Boston dal 31 marzo al 2 aprile 2016, dove presenterà due panel:

sabato 2 aprile 2016 alle ore 8.30 presso la Statler Room del Park Plaza Hotel di Boston From Venice and to Venice between fifteenth and sixteenth centuries: people, books, ideas”, di cui di seguito un breve riassunto:

Between the 15th and 16th century, a time when the discovery of America begins to shift world’s commercial axes from the Mediterranean to the Atlantic, Venice is one of the main centers of Italian Humanism and a European hub in the circulation of goods, people, books and ideas.

e giovedì 31 marzo 2016 alle ore 17.30 presso la Emerson Room del Park Plaza Hotel di Boston “The pilgrimage to the Holy Land between Middle Ages and Reinassance: sources and interpretations This panel aims to analyze such circulation in this particular time of the Serenissima Republic.

In the Middle Ages pilgrimages are, together with trade, the main agent for travelling. Drawing from the copious number of travel accounts that have been transmitted to us, we can reconstruct the way pilgrims travelled to Jerusalem and trace analogies with modern day travels.